Chi è Six Danyel Six?

Vocalist/Mc, Dj/Producer, Designer e tanto altro. Semplice e complesso, al di fuori della nightlife sono un tipo molto riservato. Amo l’arte in genere, il design, la pittura e il minimalismo è il mio stile di vita.

Il rispetto e la determinazione sono da sempre fondamentali per il mio percorso che
inizia nel lontano 1996, inizialmente come promoter per un club al tempo molto importante: il Metropolis di Lecce (i miei coetanei e altri più grandi se lo ricorderanno). Nel 1997 vivo le prime esperienze in consolle come vocalist/mc, riuscendo, pian piano, a raggiungere diversi clubs importanti in quegli anni: Operà di Maglie, Hyper di Alberobello, Ecu di Rimini, Metropolis di Lecce, Fabula, Settimo Cielo ecc., fino ad arrivare ad essere oggi la voce ufficiale del Guendalina di Santa Cesarea Terme (Le). Durante gli anni ho maturato anche l’esperienza del djing, che mi ha portato per tutto il 2006 ad esibirmi come dj in diversi club pugliesi arrivando a toccarne alcuni a Palma De Mallorca, ovvero: Es Dau a Montuiri e La Metro a Mallorca.

Background musicale…come te lo sei costruito?

Gli artisti che più mi hanno influenzato e mi hanno poi cambiato, musicalmente parlando, sono i kraftwerk … da li in poi ho iniziato a cercare e sperimentare diversi generi, arrivando oggi a seguire le sonorità house, deep e minimal che attualmente ascoltiamo nei club! Il mio primo vinile l’ho avuto in regalo da mio padre a otto anni. Dall’età di dieci anni fino ad oggi continuo a comprare sempre musica, di qualunque genere e nazionalità ma la mia principale fonte di ispirazione è la new age!

Quando nasce la tua passione per la musica?

Adoro la musica da sempre e ascolto qualunque genere mi trasmette emozioni e sensazioni di benessere. Da ragazzo ero il cantante di una rock band e mi cimentavo a scrivere canzoni con alcuni amici: esibivamo i nostri repertori in feste private e nel garage di uno di noi che usavamo come sala prove. Inoltre, la passione per la poesia mi è rimasta e tuttora continuo a scrivere testi, aforismi che per il momento tengo per me.

Cos’è la musica per te?

E’ la mia linfa vitale, mi fa stare bene, mi tiene compagnia nei momenti tristi, mi fa sorridere e divertire. Amo la musica e senza di essa non riuscirei a vivere. La musica è il mio primo amore …

Descrivici i tuoi “attrezzi del mestiere” e il tuo rapporto con la tecnologia.

Nelle mie performance da vocalist uso un multieffetto, con un delay e un leggerissimo reverb, unito al mio radiomicrofono shure (molto essenziale direi). Riguardo i live e dj set, che per il momento ho messo da parte per seguire quello che da sempre mi ha rappresentato, il mio “setup” è un MacBook Pro, iPad una scheda audio e un controller midi. Ho iniziato con il vinile e tuttora credo sia l’unico valido supporto per un dj ma essendo amante della tecnologia ho scelto di indirizzare i miei set sul digitale e di puntare alla sincronizzazione automatizzata dando allo spettatore un’esperienza live coinvolgente e d’impatto. Attualmente, come dicevo, mi esibisco solo come vocalist/mc!

Qual è il disco che hai ascoltato più volte in vita tua?

Non c’è un disco… Sono tantissimi e non riesco a citarne uno…

Torniamo alla consolle, ci racconteresti un episodio della vita di dj/vocalist che non dimenticherai mai?

Ogni volta che salgo in consolle ho sempre esperienze positive, quindi, tutte le volte che parte il primo disco!

Hai un particolare progetto ideale e concettuale cui arrivare come massima aspirazione?

Al momento vorrei riservarmi questa risposta, ma sicuramente qualcosa c’è!

Ci vuoi parlare dei tuoi attuali progetti musicali?

Attualmente i miei progetti li tengo nel mio hard disc … ci sono, ma voglio cautelare le mie scelte musicali con pazienza e serenità!

Siamo alla conclusione, grazie per il tempo dedicatoci. A te l’ultima parola…

Ringrazio la redazione del Corriere Salentino e v’invito all’inaugurazione estiva 2011 del Guendalina che sarà il…
A presto!

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 + 1 =