Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Squinzano hanno effettuato dei controlli a tappeto presso i bar e le sale giochi della cittadina, finalizzati al controllo della regolarità della macchine video poker.

L’operazione è stata svolta nell’ambito di più complessi accertamenti disposti dalla Compagnia di Campi Salentina ed è scaturita a seguito di diverse segnalazioni di cittadini esasperati dal “vizio del gioco” dei propri coniugi e dei propri figli, anche minori.

Complessivamente sono stati controllati dieci esercizi, di cui due sono risultati sprovvisti del regolare nulla osta per l’installazione delle apparecchiature che, non essendo conformi ai parametri ed ai controlli dell’agenzia per i monopoli di stato, consentivano maggiori maggiori introiti per i titolari dei bar. Uno di questi, al fine di eludere i controlli die Carabineri, aveva apposto sulle macchine videopoker illegali dei nullaosta appartenenti ad altre apparecchiature. Tale precauzione si è comunque rivelata vana.

Cinque le apparecchiature sotto sequestro. I titolari rischiano un multa di 4000 euro per ogni videogioco, per un totale di 20000.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.