I Militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Gallipoli, nell’ambito di una operazione di servizio a contrasto del gioco d’azzardo, hanno sottoposto a sequestro amministrativo tre apparecchi da intrattenimento, perché non conformi alle leggi di Pubblica Sicurezza.

Il responsabile, titolare di una sala giochi di Taviano (LE), è stato segnalato all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per aver installato o comunque consentito l’uso in luogo pubblico di apparecchi non conformi alla legge.

Nel dettaglio, i Finanzieri hanno riscontrato che i tre apparecchi, oltre ad essere privi dei prescritti titoli autorizzativi (nulla-osta) rilasciati dall’A.A.M.S., erano completamente scollegati dalla rete telematica.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.