Si presentava a casa di persone anziane ed invalide, e con la scusa di essere parente di persone conosciute dagli anziani, si faceva consegnare piccole somme di denaro, con l’impegno di restituirlo, cosa che, naturalmente, non è mai avvenuta.

Per questo motivo M.S. trentenne di Galatina, è stata deferita in stato di libertà, dagli agenti della polizia,  con l’accusa di truffa, furto e minacce. Stando a quanto accertato dagli agenti, la donna, negli ultimi tempi si era resa protagonista  di numerosi episodi ai danni di persone anziane ed invalide, episodi che avevano creato un certo allarmismo da parte dei figli delle vittime.

Le indagini hanno permesso di tracciare l’identikit della truffatrice e mediante specifici servizi di raccogliere diversi elementi di prova (riconoscimenti fotografici, sequestro di giubbotto e casco)

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × 5 =