Attesissima la seconda opera “Don Pasquale” in cartellone della Stagione Lirica 2011 della Provincia di Lecce, caratterizzata da un doppio cast che prevede ben quattro recite, incluso il matinée riservato agli studenti delle scuole in programma Giovedì 3 Febbraio, alle ore 10:00, al Politeama Greco. La “prima” è prevista Venerdì 4 Febbraio con sipario alle ore 20.45, mentre le due repliche saranno quella serale Sabato 5 (ore 20.45) e quella pomeridiana Domenica 6 (ore 18).

Opera buffa in tre atti di Gaetano Donizetti, il “Don Pasquale” ha un libretto, firmato da Michele Accursi, che è in realtà opera dello stesso compositore bergamasco e di Giovanni Ruffini ricalcato sul dramma giocoso di Angelo Anelli, Ser Marcantonio. La prima rappresentazione dell’opera ebbe luogo al Théâtre-Italien di Parigi il 3 gennaio 1843 con un cast d’eccezione che includeva alcuni dei migliori cantanti dell’epoca. Il “Don Pasquale” mancava a Lecce da diciassette anni: infatti, l’ultima sua rappresentazione risale al 1994. La produzione del “Don Pasquale”, che vedremo a Lecce, è quella della Fondazione Donizetti di Bergamo con le scene di Angelo Sala, per la regia di Francesco Bellotto, attuale Direttore Artistico del Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti. Bellotto ha già firmato la regia di importanti produzioni donizettiane, fra cui Rita, Roberto Devereux, Lucrezia Borgia, L’elisir d’amore.
Protagonisti in scena saranno, nel ruolo del titolo, il baritono palermitano Simone Alaimo, interprete fra i più apprezzati del ruolo protagonista, da anni ospite di teatri internazionali come il Metropolitan di New York, il Covent Garden di Londra, l’Opéra Bastille di Parigi, i Teatri dell’Opera di San Francisco, Chicago, Dallas, Vienna, Berlino, Monaco di Baviera. Nel 2000 ha vinto il premio “Gigli D’Oro” alla carriera. Nel ruolo del dottor Malatesta, si alterneranno Vittorio Prato (4 e 6 febbraio) e Enrico Marabelli (3 e 5 febbraio). Prato, in questa parte, ottenne il primo premio al Concorso Internazionale “Mattia Battistini”, mentre Marabelli si è ben distinto in molti ruoli donizettiani. Ernesto è Mario Zeffiri (4 e 6 febbraio), che ha interpretato questo personaggio a Malta, Mosca e San Pietroburgo, diretto da Riccardo Muti, e per l’inaugurazione della Stagione 2011 del Maggio Musicale Fiorentino, e Camillo Facchino (3 e 5 febbraio), che ha recentemente cantato nella produzione de I vespri siciliani per il Festival Verdi di Parma. La protagonista femminile, Norina, avrà il volto della trevigiana Roberta Canzian (4 e 6 febbraio), che ha ottenuto il prestigioso premio “Renato Bruson” ed è stata insignita del premio Internazionale “G. Verdi” quali riconoscimenti per l’importante affermazione nel panorama lirico odierno, e di Daniela De Gennaro (3 e 5 febbraio) che ha debuttato in questo ruolo nel Don Pasquale di Donizetti per la Società Filarmonica di Udine, esibendosi nelle maggiori città del Friuli Venezia Giulia e a Zagabria con la regia di Bellotto. Completa il cast, nel personaggio del Notaro, il pronipote di Tito, Giorgio Schipa. Il Coro Lirico di Lecce sarà diretto, come di consueto, da Francesco Pareti.