All’insegna della partecipazione e della piena condivisione d’intenti, questa mattina all’Hotel Tiziano, Apice – con un vero e proprio momento di confronto – ha inaugurato la sua avventura nella città di Lecce. Con diversi anni alle spalle e risultati importanti ottenuti a Martano, i referenti

associativi hanno voluto fortemente trasmettere al capoluogo salentino il fermento culturale che contraddistingue l’associazione stessa. Protagonista attiva, nelle campagne elettorali del 2007 e del 2009 a Martano –, il fondatore, Donato Bortone, ha evidenziato, con un pizzico di emozione, il peso specifico dell’associazione culturale raggiunto nel comune salentino – Apice intende essere attiva e proficua anche a Lecce, attraverso il coinvolgimento dei giovani e dei senior associati e la promozione di iniziative culturali a sostegno di una “formazione più che mai necessaria”. Proprio il presidente onorario Bortone, ha invitato la cittadinanza ad essere attiva sul proprio territorio e ben disposta all’aggiornamento continuo e alla formazione, al fine di recuperare i valori morali e il senso dell’etica, in un contesto socio politico quanto mai difficile. I lavori dell’assemblea sono stati presieduti e coordinati da Elio Romano, già presidente del Tribunale di Sorveglianza e oggi referente di Apice e da Maurizio Durimi, commissario provinciale dell’ordine nazionale dei Biologi. Dopo gli interventi di Antonio Micaglio, già sindaco  e oggi presidente di Apice Martano , la parola è passata ai giovani amministratori, imprenditori e studiosi. Presente, infatti, Damiano D’Autilia – consigliere comunale di Lecce e amministratore unico di Alba Service – che ha precisato come fondamentale sia individuare in Apice «una palestra, in cui formarsi quotidianamente, poiché la politica si affida, erroneamente, all’improvvisazione. Una criticità da combattere, con la volontà comune di assegnare alla formazione e alla conoscenza il  fulcro della nostra attività», ha aggiunto. Hanno fatto seguito gli interventi del ricercatore dell’Ateneo salentino Marco Giannotta e, in rappresentanza della voce femminile, Carmen Martina, commercialista. Figura di spicco della politica salentina e nazionale, anche il difensore civico della Provincia di Lecce, Giacinto Urso, offre il suo prezioso contributo ad un’associazione che – anche a Lecce, dopo Martano – ambisce a far sentire, attraverso tutta una serie di iniziative culturali e formative, la sua voce. La voce dei cittadini attivi.  

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 − 12 =