Come l’anno scorso è ancora un gol di Auricchio a stendere il Casarano. Come l’anno scorso al Gobbato finisce infatti 1-0 per il Pomigliano. Risultato a parte, le differenze con la stagione passata, purtroppo per la Virtus, sono tante: quest’anno la rincorsa alla vetta sembra un’autentica

chimera, irraggiungibile con i mezzi a disposizione dele Serpi. Così il risultato di ieri assume i contorni del passaggio di consegne visto che il Pomigliano scavalca in classifica i rossoazzurri che, nonostante l’impegno, continuano a scivolare verso il basso, anche se per il momento sono al sicuro dagli attacchi dell’Ischia (indietro di 5 lunghezze).
Non parte male la Virtus a Pomigliano anche se i pericoli per la porta granata arrivano soprattutto da palla inattiva: il primo tentativo è di Mignogna al 7′ su calcio di punizione, con palla a lato; al quarto d’ora il colpo di testa di Tafani su calcio d’angolo è solo abbozzato e non fa male così come la punizione di Chiricò, bloccata dal portiere Polizzi.
Alla mezz’ora è però il Pomigliano a trovare gol e superiorità numerica: Leopizzi stende Auricchio in area e si becca il cartellino rosso; dal dischetto lo stesso Auricchio batte il neoentrato D’Angelo e porta a vanti i padroni di casa. Il Pomigliano va poi vicinissimo al raddoppio con la punizione di D’Imporzano che al 39′ sfiora l’incrocio dei pali. Con l’uomo in più sono i granata a tenere in pugno la partita e al 42′ serve un provvidenziale intervento di D’Angelo per stoppare la conclusione ravvicinata di Pastore.
Nella ripresa è sempre Pomigliano: Tarantino dalla destra serve ancora Pastore che perde ancora il duello con D’Angelo, miracoloso nel respingere il colpo di testa dell’attaccante granata. 4 minuti dopo uno schema su calcio piazzato libera D’Imporazano al tiro: la risposta di D’Angelo non è perfetta ma Pastore non approfitta della parata difettosa sparando sopra la traversa; la bandierina alzata del guardalinee rene meno amaro l’errore sotto porta.
Polizzi, portiere granata, rischia di regalare il pareggio alla Virtus al 28′ con uno sciagurato tentativo di dribbling ai danni di Presicce ma l’esterno rossoazzurro non riesce a scartare il regalo toccando il pallone a lato. In pieno recupero il Casarano va ancora ad un passo dal pareggio sempre con Presicce ma sulla sua strada c’è uno strepitoso Polizzi che manda il pallone in corner.
E’ l’ultima azione della gara: finisce 1-0 per il Pomigliano, come l’anno scorso.

Intanto, con la vittoria nell’anticipo di sabato contro il Fortis Trani, il Nardò si riprende il secondo posto. I granata di Maiuri si rialzano dopo lo scivolone di Battipaglia e al Giovanni Paolo II battono 2-1 i biancazzurri: apre le marcature il solito Majella al 13′ del primo tempo; il momentaneo pareggio è firmato da Fumai, ma al 12′ della ripresa Cornacchia mette a segno il gol che vale 3 punti.
L’Arzanese, vittoriosa per 1-0 a Grottaglie, con 8 punti di vantaggio, resta ancora molto lontana.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 2 =