Erano organizzati ed esperti i ladri che, nelle scorse ore, previa effrazione, hanno rubato migliaia di paia di scarpe dal calzaturificio Filanto, sito nella zona industriale di Casarano. La banda, immortalata dalle telecamere a circuito chiuso, di cui è munito il calzaturificio, è giunta a bordo di un furgone e, dopo aver tranciato i cavi

dell’impianto d’allarme, è riuscita ad entrare nell’azienda, portando via diverse paia di scarpe e suole. Ai carabinieri della compagnia locale il compito di rintracciare gli autori. L’ammontare esatto della refurtiva si saprà solo al termine dell’inventario, ma ciò che desta perplessità, tra gli imprenditori della zona, è l’escalation dei furti verificatisi proprio nel polo industriale della città. In mattinata, infatti, un nutrito gruppo di industriali ha incontrato il sindaco Ivan De Masi ed il vicequestore aggiunto del commissariato di Taurisano, dott. Salvatore Federico, per chiedere più sicurezza e controlli nella zona industriale, dove, nell’ultimo mese, sono state diverse le aziende che hanno ricevuto la visita dei ladri. All’incontro era, invece, assente il capitano della locale compagnia dei carabinieri. Il primo cittadino di Casarano, nel frattempo, comunica che, nei prossimi giorni, scriverà al Prefetto di Lecce ed al sottosegretario Alfredo Mantovano per chiedere che venga istituito un tavolo ad hoc, per trovare delle soluzioni a quella che, a detta degli industriali, costituirebbe una vera e propria emergenza furti. Tra le proposte avanzate dal sindaco di Casarano, c’è quella che prevede la chiusura della zona industriale da una certa ora in poi e l’installazione di telecamere di videosorveglianza e barre che vietino l’ingresso nella stessa.

 

CONDIVIDI