“Riduzione dei componenti dei Consigli di amministrazione da 20 a 5 e conferma del revisore unico piuttosto che aumento da 1 a 3 dei revisori dei conti. Anche oggi abbiamo dato l’ennesimo contributo per difendere le tasche degli agricoltori”.

Lo sostiene in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione, Rocco Palese, presentatore di alcuni emendamenti al disegno di legge di riforma dei Consorzi di Bonifica approvati oggi in quarta commissione.
“A tutela degli agricoltori – spiega Palese – abbiamo proposto emendamenti (approvati dalla commissione) per la riduzione dei componenti dei Consigli di amministrazione da 20 a 5 e abbiamo sventato il tentativo di alcuni consiglieri di maggioranza di aumentare da uno a tre il numero di revisori dei conti per ogni Consorzio. Già nella scorsa seduta avevamo ottenuto un controllo più stringente sui bilanci e l’approvazione di un emendamento con cui si stabilisce che i Consorzi possono ricorrere ad indebitamento solo per investimenti”.
“In questo modo – aggiunge Palese – stiamo cercando di salvaguardare l’interesse e le tasche degli agricoltori per fare in modo che i Consorzi svolgano realmente i servizi per cui vengono pagati e per evitare che siano solo fabbriche di poltrone e di debiti”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 4 =