Nel pomeriggio di ieri, i Finanzieri della Compagnia di Gallipoli, nel corso di un controllo in materia di “marchi contraffatti” e “Sicurezza dei prodotti”, hanno sottoposto a sequestro amministrativo circa 47 mila articoli, tra capi di abbigliamento ed accessori, non in regola con la normativa sulla sicurezza del consumatore.

 

Il servizio rientra nell’ambito della nota operazione “Veramente Falso” coordinata dal Comando Provinciale di Lecce, che continua a produrre risultati.

In questa circostanza le Fiamme Gialle hanno individuato un negozio di abbigliamento di Taviano, condotto da un cittadino cinese, munito di regolare permesso di soggiorno, numerosi capi ed accessori di abbigliamento senza etichettatura, per un valore di oltre 700 mila euro.

I prodotti sequestrati, peraltro risultati di pessima qualità, erano sprovvisti dei dati identificativi del produttore o dell’importatore ed erano privi dell’indicazione delle caratteristiche merceologiche e per questo potenzialmente pericolosi per la salute del consumatore.

Da ulteriori approfondimenti investigativi, è emerso che i prodotti sottoposti a sequestro proverrebbero dall’hinterland napoletano, ove in genere si riforniscono i cittadini extracomunitari.

L’attività si è conclusa con la confisca della predetta merce e con la segnalazione amministrativa del responsabile.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 4 =