Il gup del Tribunale di Lecce Alcide Maritati ha rinviato a giudizio Vittorio Colitti, l’agricoltore 67enne di Ugento, attualmente ai domiciliari perché cardiopatico, accusato, in concorso con il nipote omonimo assolto lo scorso dicembre dai giudici del Tribunale dei minorenni di Lecce, di aver ucciso il consigliere provinciale di Lecce e consigliere comunale

di Ugento dell’Idv Giuseppe Basile. L’esponente politico fu ucciso con numerose coltellate sotto casa la notte tra il 14 e il 15 gennaio 2008.

Il gup ha rigettato la richiesta di approfondimento probatorio avanzata dal difensore di Vittorio Colitti senior, l’avv.Francesca Conte. Il processo comincera’ dinanzi alla Corte d’assise di Lecce il prossimo 5 maggio.

CONDIVIDI