Disinfestazione e derattizzazione: via libera ad un accordo tra il Comune di Lecce e l’Acquedotto Pugliese. L’intesa ha l’obiettivo di migliorare il servizio. Dal maggio del 2009, infatti, l’Amministrazione Comunale affidò all’ATI (Icos – Bios – Bio-logica) i servizi aggiuntivi di disinfestazione, derattizzazione, diserbo

chimico e pulizia degli arenili. Un provvedimento, tuttavia, che si rivelò insufficiente per contrastare con efficacia i problemi connessi all’esistenza di blatte, zanzare, e così via. In particolare, in alcuni momenti è stata notata, nel centro storico di Lecce, la presenza di blatte e ratti provenienti dalla rete fognaria.
Di qui la decisione dell’assessorato alle politiche ambientali di Palazzo Carafa di chiedere una collaborazione all’AQP, competente per la rete fognaria nera, anche per i relativi interventi di disinfestazione e derattizzazione. Dopo alcuni incontri,  è stato formalizzato di recente un accordo tra l’AQP, il Comune di Lecce e le ditte esecutrici per effettuare i rispettivi interventi in modo coordinato.
Per effetto di tale accordo – al fine di prevenire le problematiche relative alla proliferazione di ratti e blatte, in concomitanza con il sopraggiungere dei mesi caldi –  i 6 interventi annui di competenza dell’Acquedotto Pugliese, riguardanti la rete fognaria nera, saranno concordati ed effettuati in concomitanza con i 17 interventi che il Comune di Lecce effettua annualmente da maggio a novembre sulla superficie stradale ed all’interno della rete fognaria bianca.
Soddisfatto l’assessore alle Politiche Ambientali, Gianni Garrisi. “Grazie a questa intesa – spiega – riusciremo a centrare un importante obiettivo: ottimizzeremo l’efficacia del servizio e raggiungeremo risultati che, qualora tali interventi di svolgessero in tempi diversi, sarebbero vanificati”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno + venti =