La Città di Lecce, può vantare un nuovo giovane campione del pugilato. Lo scorso weekend, difatti a Mattinata (Fg), si è archiviato il “1° Torneo Esordienti”, riservato alle categorie Schoolboy (ovvero i boxeur i nati nel 1997-’98), Junior (1995-’96) e Youth (1993-’94).

La manifestazione riservata alle nuove leve del pugilato italiano, è stata organizzata – sotto l’egida della Federazione Pugilistica Italiana (Fpi) – dalla società “Accademia Pugilistica Andriese”. A rappresentare la provincia di Lecce, quattro giovani atleti, i quali hanno potuto interfacciarsi con questo primo appuntamento prestigioso della loro carriera. Il consultivo finale, ha visto salire sul più alto gradino del podio, un’atleta leccese; nella categoria Junior (kg 60), Andrea Sparapane, della Salento Boxe di Lecce, ha conquistato la finale, al termine della due giorni di match. L’allievo del maestro Giacomo Laudisa, ha superato prima Giuseppe De Curione, dell’Asd Boxe Casertana, per poi battere l’ultimo scoglio, rappresentato dall’altro campano, Armando Scalaprice dell’Asd Us Pietro Zinzi. Grande soddisfazione da parte del maestro Laudisa: «È il giusto riconoscimento per il lavoro svolto in palestra dal ragazzo – spiega Laudisa – Sparapane, peraltro si è interfacciato con il pugilato solamente da pochi mesi ma ho già potuto intravedere in lui delle qualità interessanti ed ovviamente i margini di miglioramento sono decisamente ampi; quello che ho maggiormente apprezzato in questo giovane atleta, è sicuramente un’interessante eleganza nei movimenti proposti sul ring. Adesso ci concentreremo per la fase successiva, che proietterà Sparapane al cospetto delle altre espressioni del pugilato nazionale».
Anche in casa Beboxe, c’è soddisfazione nonostante il bottino finale non abbia rispecchiato in pieno quelle che erano le aspettative del maestro Francesco Stifani: «Abbiamo raccolto due piazzamenti sul secondo gradino del podio – esordisce Stifani – anche se poteva andare decisamente meglio. Per quanto riguarda la categoria Junior (kg 63), sul ring, è salito Joele Vangeli (fratello del campione italiano, Dario, peraltro presente a Mattinata): il giovane Vangeli, si è confrontato vittoriosamente nella prima giornata contro il campano Alessio Pagliuca dell’Asd Minotaur Boxe, mentre nella finale, ha affrontato il beniamino di casa, Antonio Jeva dell’Accademia Pugilistica Andriese, il quale poteva vantare una maggiore mole fisica e un po’ di esperienza in più, oltre naturalmente al supporto del pubblico di casa. Detto ciò, se non ci fosse stato in palio un titolo, sicuramente il verdetto sarebbe stato un pari. Per quanto riguarda alla categoria Schoolboy (kg 62), Lorenzo Leo, nonostante la sconfitta rimediata conto il campano Andrea Rosa dell’Asd Boxe Libertas “V. Varone”, ha conseguito un secondo piazzamento (ex aequo). Per Leo, il problema è ancora legato al suo peso: si tratta di un atleta che dovrebbe rapportarsi con i kg 57; siamo riusciti a fargli perdere ben otto chilogrammi ma la suo rapporto altezza-peso non è certamente idoneo per affrontare i kg 62. Infine – conclude Stifani – nella categoria Youth (kg 75), Matteo Schito, non ha superato il match contro il campano Domenico Parolisi dell’Asd Excelsior Boxe ma soprattutto non è riuscito a proporre al meglio quello che avevamo preparato in palestra, commettendo l’errore di “chiudersi” spesso, lasciando praticamente l’iniziativa all’avversario”.
Ad accedere direttamente alla seconda fase, anche, altri tre boxeur della Beboxe di Copertino: Federico Quarta (Schoolboy, kg 38,5), Luigi Martiriggiano (Junior, kg 52) e Luca Bruno (Youth, kg 60); inoltre, saranno presenti Mirco Baldassarre (Youth, kg 64), dell’Accademia Pugilistica Dilettanti “Boxe Lecce” del maestro Angelo Lezzi e Salvatore De Iaco (Junior, kg 70), della Alex Boxe di Tricase del maestro Giuseppe Musarò.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × cinque =