Si chiama “Fairy tales: a bridge between culture” ed è un progetto di scambio culturale internazionale promosso dalla Commissione Europea – Direzione Generale Istruzione e Cultura nell’ambito del programma Gioventù in Azione e curato dall’Associazione Culturale JUMP IN di Poggiardo.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Poggiardo, dal Comune di Muro Leccese e dalla Regione Puglia, sotto la supervisione dell’Agenzia Nazionale Giovani della Commissione Europea e con il supporto della Pro Loco di Muro Leccese.
L’iniziativa coinvolgerà 30 giovani provenienti da Italia, Polonia, Bulgaria, Romania e Portogallo, che per 9 giorni si confronteranno nel Salento sui miti e le leggende, scrigno della tradizione e della cultura di ogni popolo, ottimo strumento per far conoscere le diverse realtà dell’Europa comunitaria e per incrementare il turismo culturale, sempre più fonte di destagionalizzazione perché non legato esclusivamente a quello balneare.

Il tema di fondo del progetto è LA FIABA,  un genere narrativo presente nella tradizione orale di ogni popolo e quindi uno strumento capace di creare punti di incontro.
“…le fiabe sono alleate dell’utopia, non della conservazione. E perciò noi le difendiamo: perché crediamo nel valore educativo dell’utopia, passaggio obbligato dall’accettazione passiva del mondo alla capacità di criticarlo, all’impegno per trasformarlo”.

Seminari, conferenze e dibattiti, ma anche attività di tipo creativo e di apprendimento non formale, gli ingredienti dell’evento che si terrà dal 25 febbraio al 5 marzo, nel comune di Poggiardo e in quello di Muro leccese. Il progetto, infatti, basato sul modello dell’Unione Europea di insegnamento non formale, prevede attività di vario tipo, volte all’integrazione di giovani provenienti dalle diverse realtà territoriali coinvolte. Dapprima, ogni gruppo nazionale sarà tenuto a scegliere una fiaba “ tipica” che maggiormente rappresenta il proprio Paese, sulla quale creare una piccola rappresentazione teatrale in lingua originale, con abiti, luoghi e situazioni che caratterizzano la propria terra, la propria cultura e il loro vissuto. Tali rappresentazioni saranno messe in scena durante il workshop “I TELL YOU MY STORY”.
Successivamente verrà stimolata la discussione “WHAT’S YOURS? WHAT’S MINE? DIFFERENCE AND EQUALITY”. Si parlerà del cibo, dei paesaggi e delle usanze che emergono dai racconti e soprattutto delle differenze e analogie di quella fiaba con gli altri Paesi. Si creerà in questo modo un ampio terreno di confronto tra fiabe simili ma nello stesso tempo diverse, perché rappresentative di un dato popolo e di una data società. Nell’ultima fase le fiabe s’incontrano, s’intrecciano e pian piano perdono parte della loro identità iniziali per acquisirne una nuova più ricca dando origine ad una nuova fiaba: “MELTING POT OF FAIRY TAYLES”.

Al termine del progetto è prevista una conferenza finale alla presenza delle autorità locali, dei cittadini e degli organi di stampa locali. In tale sede verrà presentato il libro dal titolo MELTING POT OF FAYRY TALES, creato dai ragazzi, che conterrà le fiabe, informazioni riguardanti l’Associazione Jump In ed una sezione dedicata alle istituzioni che hanno sostenuto il progetto. Il libro verrà distribuito gratuitamente a tutti i partecipanti, a tutti gli attori e agli stakeholder interni ed esterni coinvolti, costituendo un mezzo di promozione della realtà territoriale e della cultura salentina.

La partecipazione all’evento promosso dall’Associazione “Jump In” permetterà, quindi, ai protagonisti del progetto di tornare a casa con un bagaglio culturale arricchito e testimoniato anche su carta dalla consegna della certificazione europea “Youthpass”.