Il sindaco di Gagliano del Capo, Antonio Buccarello, ha presentato ricorso al Tar contro la soppressione, prevista dal piano ospedaliero regionale, dell’ospedale cittadino che e’ anche l’unica struttura pubblica nel Capo di Leuca.

Nel ricorso, ha presentato dall’avvocato Pietro Quinto, si evidenziano profili di illegittimità, tra cui l’aspetto procedurale con cui la giunta Vendola ha dato corso al piano e il mancato coinvolgimento delle popolazioni interessate e dei loro sindaci. Nel ricorso viene anche fatto presente che l’ospedale e’ frutto di una donazione della famiglia di nobili Daniele-Romasi grazie al cui lascito fu possibile edificare l’ospedale nel 1962. ”Un lascito di cui resta ancora – commenta Buccarello – una parte residuale: terreni, gioielli per un valore di 8 miliardi di lire che sono tuttora nella disponibilità della Asl”. ”Chiediamo allora di sapere – conclude il sindaco – che fine abbiamo fatto quei soldi, e se non siano stati utilizzati per risanare la gestione fallimentare della Asl”.