“Ci sono direttori generali e dirigenti sanitari indagati in varie inchieste che riguardano la sanità pugliese; ce ne sono altri che per aver aumentato, e non diminuito, il disavanzo delle Asl in base a Leggi dello Stato e norme della stessa Regione Puglia

dovrebbero essere stati già rimossi, ma sono tutti al loro posto. C’è invece il direttore sanitario dell’Ospedale di Galatina, Giuseppe De Maria, che dopo quasi tre mesi è assurdamente ed ingiustamente ancora sospeso dal servizio per aver inviato la famosa circolare in cui ricordava che in ospedale non si deve far uso di droga”. Lo denuncia in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione, Rocco Palese, che aggiunge: “Non vogliamo entrare nel merito di quanto accadde a Galatina, ma è paradossale ed ingiusto che, mentre a livello nazionale si spinge per rendere obbligatorio il test antidroga negli ospedali e mentre nella sanità pugliese ci sono manager e dirigenti indagati che restano al loro posto, il Dott. De Maria sia ancora sospeso dal servizio, oggetto di una punizione che non ha pari”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 − 3 =