L’associazione ‘Penelope’, che riunisce familiari e amici delle persone scomparse, chiede che al coordinamento delle ricerche delle gemelline Alessia e Livia intervengano il commissario straordinario per le persone scomparse, prefetto Michele Penta, e il sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano, a capo del tavolo tecnico per le persone scomparse.

 

L’associazione – e’ detto in una nota – offre tutto il suo appoggio alla famiglia Scheep-Lucidi in favore del ritrovamento di Alessia e Livia. Considerato che non v’e’ certezza che le bimbe siano giunte in Italia, a Cerignola, l’associazione chiede anche che ”si attui un piano di ricerca interistituzionale nazionale che veda coinvolti anche gli enti locali su scala nazionale, perche’ qualunque Regione o Comune” da dove il papa’ delle gemelline (poi suicidatosi a Cerignola) ”e’ transitato con la sua auto possa contribuire alle ricerche, consolidando i protocolli d’intesa con i Comuni”.

L’appello di Penelope si rivolge anche al personale addetto alla ristorazione, alle strutture alberghiere, ai caselli autostradali, alla igienizzazione di toilette negli autogrill, alla distribuzione di carburante, perche’ una segnalazione certa puo’ circoscrivere il campo di ricerca. Dai tabulati telefonici – spiegano dalla presidenza nazionale dell’associazione – sara’ possibile rilevare se l’uomo aveva contatti in Italia o doveva incontrare qualcuno a cui affidare le sue figlie, prima dell’estremo gesto. ”In una tragedia familiare tanto delicata e drammatica non si puo’ escludere nulla, purtroppo. Siamo lieti – conclude il comunicato – che il caso sia sia stato affidato al sostituto procuratore Lidia Giorgio della procura di Foggia perche’ si e’ gia’ occupata di altre scomparse”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − 4 =