Il consigliere Aurelio Gianfreda (Idv) ha inviato una interrogazione all’assessore alle politiche della salute, Tommaso Fiore, per sapere “se la Regione Puglia intende uniformarsi al deliberato delle Altre Regioni per quanto riguarda l’interpretazione dell’art. 34 con riferimento alla data

cui far riferimento per il calcolo dell’anzianità di iscrizione negli elenchi e cioè almeno considerare utile la data della pubblicazione delle zone carenti.
Gianfreda sottolinea che “premesso che la Conferenza Stato Regioni in data 23 marzo 2005 ha reso esecutivo l’accordo collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale art. 34; considerato che non è chiaro a quale data bisogna fare riferimento per il calcolo dell’anzianità di iscrizione negli elenchi (2 o 4 anni), per poter presentare la domanda di trasferimento (alla data di pubblicazione o a quella delle rilevazioni delle zone carenti; che alcune Regioni interpretano l’art. 34 nel senso di considerare come data utile quella della pubblicazione delle zone carenti ed altre come l’Emilia Romagna quella della sottoscrizione della domanda; che una interpretazione differente dell’art. 34 potrebbe alimentare contenziosi con la Regione ritardando l’assegnazione degli ambiti carenti e pregiudicare un efficiente funzionamento dell’assistenza territoriale

CONDIVIDI