“La grande rivoluzione del federalismo declassata a semplice merce di scambio per tenere buona la Lega”: il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, commenta la decisione di porre la fiducia sul Decreto.

“Una riforma importante e sensibile come quella federalista strumentalizzata per salvare la maggioranza e resistere alle pressioni delle cravatte verdi. Il presidente del Consiglio dei Ministri ha annunciato che chiederà alla Camera la ‘fiducia’ sul federalismo fiscale: non avremmo mai pensato che gli interessi del Paese, dei Comuni e del Sud in particolare, sarebbero diventati così insignificanti, tanto da essere collocati sul libero mercato di una politica sempre più distante dai problemi dei cittadini e delle comunità”.
“Poco importa, pur di non staccare la spina ad una compagine di governo ormai liquefatta, che le amministrazioni locali non saranno più in grado di sostenere politiche sociali per le famiglie, gli anziani, gli alunni delle materne e delle elementari. Per garantire i servizi dovranno agire sulla leva fiscale? Poco importa anche questo: allo Stato esattore si sostituiranno i Comuni. I ‘cattivi’ saranno loro, non il Governo centrale”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.