Firmato questa mattina a Palazzo Adorno l’accordo di programma territoriale per l’integrazione scolastica e sociale degli studenti disabili, che si inserisce nel quadro complessivo della programmazione unitaria e coordinata dei servizi scolastici integrati con quelli sanitari, socio-assistenziali e ricreativi. 

Con la sottoscrizione odierna gli attori principali (Provincia di Lecce, Ufficio Scolastico Provinciale, presidenti d’Ambito, Asl e Centri Servizi per l’Integrazione Scolastica) hanno voluto definire i reciproci impegni istituzionali, le modalità, i tempi e gli interventi a favore dei soggetti con disabilità che frequentano la scuola, assicurandone, all’interno, la presenza di assistenti specialistici e di base. 

“La Provincia”, ricorda l’assessore provinciale ai Servizi Sociali e Pari Opportunità Filomena D’Antini Solero, “oltre a garantire assistenza scolastica, a ipovedenti ed audiolesi dalla scuola dell’infanzia fino agli studi universitari, attraverso operatori socio assistenziali ha attivato ulteriori altri servizi fra cui l’attività di trasporto scolastico per gli alunni in situazioni di handicap frequentanti gli istituti scolastici superiori; l’attività di integrazione extrascolastica e sociale in favore degli alunni in situazione di handicap frequentanti le scuole superiori; percorsi di formazione professionale; attività di monitoraggio e divulgazione alla scuole dei dati sulle problematiche dell’handicap anche attraverso l’Osservatorio Provinciale sulle Politiche Sociali; il servizio sociale professionale per informare, programmare e monitorare le situazioni di handicap. L’assessorato ai Servizi Sociali, inoltre, promuove iniziative che favoriscono l’integrazione lavorativa dei ragazzi disabili che frequentano le scuole superiori anche attraverso progetti di alternanza scuola–lavoro.”

“Si è voluto”, conclude l’assessore D’Antini Solero, fare chiarezza sugli impegni istituzionali di ognuno affinché responsabilmente ogni Ente possa contribuire ad un integrato processo di inclusione sociale dei disabili che frequentano le scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 1 =