Dal 9 all’11 febbraio la Regione Puglia sarà presente con un proprio spazio espositivo, alla rassegna specializza “Fruit Logistic” di Berlino, il principale luogo d’incontro internazionale del commercio di prodotti ortofrutticoli freschi.

L’Assessorato regionale alle Risorse Agroalimentari, insieme con Unioncamere e con l’Istituto Commercio Estero di Bari, ha organizzato la presenza della Puglia e della sua qualificata produzione ortofrutticola in una delle più prestigiose vetrine internazionali, per consolidare il proprio ruolo sul mercato tedesco ed estero con l’ambizione di ampliare ed estendere anche ad altri mercati un paniere di prodotti d’eccellenza tramite l’avvio di nuovi contatti commerciali.
La rassegna tedesca, infatti, si propone come una piattaforma eccellente per l’avvio di accordi commerciali con buyers di tutto il mondo.
La collettiva di aziende pugliesi sarà presente nel Pad. 4.2 – stand B/04-05 occupando una superficie di circa 300 mq. in cui sono ospitate 18 aziende pugliesi, il MAAB – Mercato Agricolo Alimentare di Bari, ed uno spazio istituzionale a servizio delle aziende.  
Da quest’anno le imprese presenti a Berlino potranno avviare la procedura di utilizzo del marchio “Prodotti di Puglia”, marchio collettivo comunitario con indicazione territoriale, a garanzia di qualità, tipicità, sicurezza e rintracciabilità. Le filiere coinvolte sono quelle che compongono gran parte del paniere pugliese: lattiero-casearia, zootecnica da carne, ortofrutticola, cerealicola e florovivaistica. La Puglia è la prima regione in Italia ad aver scelto la strategia della indicazione territoriale per garantire provenienza e qualità dei prodotti agroalimentari, legando il proprio marchio alla rintracciabilità della filiera.
I dati sulla produzione e sulla commercializzazione dell’ortofrutta confermano il ruolo da protagonista che gioca la Puglia nel panorama internazionale.
La Puglia, infatti, è la prima regione del Mezzogiorno ad esportare prodotti agroalimentari in Germania, primo Paese destinatario dell’export agricolo italiano e pugliese fra gli Stati dell’area euro, ed eccellente trampolino di lancio per i mercati vicini dell’Europa centrale ed orientale. Il comparto pugliese rappresenta un quinto dell’ortofrutticoltura nazionale: il 70% dell’uva italiana proviene, infatti dalla Puglia così come un terzo dei pomodori dei cavolfiori e dei carciofi. Secondo i dati Istat, la media produttiva annua dell’ultimo decennio si attesta intorno alle 42 mila tonnellate di frutta, ortaggi e verdure prodotte nella campagna del Tavoliere, della Murgia, del Sud-Est barese e del Salento.
Sempre i dati Istat parlano di un + 38,8 per cento nei primi nove mesi del 2010, rispetto allo stesso periodo del 2009, per l’export pugliese dei prodotti agricoli: l’incremento più rilevante insieme a quello siciliano.  
“Il lavoro svolto dagli operatori in sinergia con tutto il Sistema dell’Agricoltura regionale – sottolinea l’Assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefàno – ha permesso di consolidare una posizione conquistata grazie alle caratteristiche dei prodotti di Puglia: standard qualitativi e garanzia di sicurezza alimentare in primis”.  
“D’altronde – continua Stefàno – il livello di qualità della nostra produzione ortofrutticola ci viene ormai unanimemente riconosciuto. Ne sono prova il pieno apprezzamento dei consumatori e purtroppo il reiterato tentativo di imitare i nostri prodotti da parte di nazioni che, nella maggior parte dei casi, non sono in grado di garantirne le incomparabili caratteristiche organolettiche, le proprietà salutistiche e soprattutto la sicurezza alimentare”.
“Continueremo a percorre la strada della qualità – conclude Stefàno – nella consapevolezza di apportare benefici e vantaggi ai nostri produttori anche sul piano della competitività.  L’adozione del marchio Prodotti di Puglia, l’intensificazione della rete dei controlli, l’incentivazione dei processi di filiera, la promozione di accordi anche con la GDO, costituiscono i principali tasselli di una strategia a tutela dei prodotti pugliesi d’eccellenza”.  
Nell’ambito delle manifestazioni di fruit Logistic, l’Assessore Stefàno giovedì 14 febbraio interverrà come relatore alla 14^ Edizione del Concorso “Grappolo D’Argento Città di Rutigliano”. Alle ore  14 porterà il proprio contributo al Convegno “Magis – un approccio innovativo per la viticoltura sostenibile”, progetto integrato di ricerca per creare un sistema di controllo che garantisca la sostenibilità e la salubrità del vino.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × tre =