Un autocompattatore, un camion con vasca ed uno con pedana ribaltabile. Mezzi per la raccolta dei rifiuti solidi urbani che, nella notte, hanno preso il largo dal deposito della “Ecotecnica”, azienda specializzata nella raccolta dei rifiuti, sito sulla Melendugno-Torre dell’Orso.

200mila euro circa il valore dei mezzi asportati che, secondo i responsabili dell’azienda, sarebbero in grado di assicurare ad un piccolo comune l’intero ciclo della raccolta della spazzatura.

Ad agire, non meno di 4 persone, forse più. Forzato il lucchetto posto a chiusura del cancello d’ingresso, un cancello scorrevole, i ladri sono riusciti ad entrare nel perimetro del deposito. Poi, dopo aver messo in moto l’autocompattatore e gli altri due furgoni, sono fuggiti passando per l’ingresso principale.

Il deposito è privo di telecamere di videosorveglianza, ragion per cui risulta difficile stabilire con esattezza il numero dei banditi entrati in azione. Le indagini avviate dai carabinieri della stazione di Melendugno, in collaborazione con i colleghi della compagnia di Lecce, avranno il compito di identificare gli autori.

Si tratta del secondo furto subito, in poco tempo, dall’azienda.

La settimana scorsa, infatti, alcuni ladri erano riusciti a portar via un altro mezzo per la raccolta dei rifiuti. Banditi temerari, che non esitarono a colpire in pieno giorno e sotto lo sguardo di possibili testimoni. Il mezzo, infatti, era parcheggiato in strada.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove + 15 =