E’ stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Damiano Rubino, 19enne di Nardò ma residente a Lecce. Il giovane, già conosciuto alle forze dell’ordine per uso di droghe, è stato beccato martedì in possesso di più di 100 grammi di marijuana.

Durante un controllo di routine infatti, il personale di controllo generale della Questura di Lecce, ha notato un motociclo nero che su viale della Repubblica si muoveva pericolosamente tra le auto e ha fermato le due persone in sella. Mentre il conducente esibiva documento e patente di guida, il passeggero ha dato fin da subito segni di nervosismo, che hanno insospettito le forze dell’ordine. Il giovane, identificato come Rubino, non riusciva nemmeno ad esprimersi tanto era l’agitazione, per questo gli agenti lo hanno sottoposto a perquisizione, notando tra l’altro un insolito rigonfiamento sotto il giubbotto che indossava.

 

Rubino nascondeva infatti un involucro di cellophane, nel quale vi erano incartati altri due involucri contenenti in tutto bene 112,70 grammi di marijuana. Addosso, il giovane aveva anche 160 euro e due telefonini che sono stati sequestrati assieme alla sostanza stupefacente. Perquisito anche il conducente, non è stato trovato nulla di compromettente.

Rubino invece è stato arrestato e condotto in carcere, adesso a disposizione delle Autorità Giudiziarie.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove − 13 =