I finanzieri della Compagnia di Lecce hanno sequestrato oltre 340 mila articoli di bigiotteria non conformi alla legislazione italiana. L’intervento e’ stato effettuato nel corso di un’attività finalizzata alla prevenzione nel settore della tutela del mercato dei beni e servizi, presso la sede di un esercizio

commerciale di Lecce, gestito da un cittadino di origine asiatica. Gli oltre 340.000 prodotti tra collane, anelli, bracciali, orecchini ed altri oggetti di vario genere, per un valore di circa 150 mila euro, sono risultati tutti irregolari in quanto sprovvisti di qualsiasi etichettatura, della descrizione dei componenti del prodotto e delle modalità d’uso, in violazione alla normativa sul consumo. La merce sequestrata, non reca, infatti, le prescritte indicazioni dell’eventuale presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente; dei materiali impiegati e dei metodi di lavorazione; le istruzioni e le eventuali precauzioni e destinazioni d’uso, ove utili ai fini della sicurezza del prodotto.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette + 11 =