“La lotta al precariato è un atto di responsabilità dalla quale nessuna forza politica può esimersi. Oggi si è scritta una pagina di buona politica in Consiglio regionale, con tutte le forze rappresentate in Aula coese e compatte a difesa del diritto al lavoro e del territorio. Un segnale di grande maturità da parte delle opposizioni che responsabilmente hanno messo al primo posto gli interessi dei lavoratori”.

Lo ha detto il Presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, commentando l’approvazione all’unanimità dell’Odg, primi firmatari Negro (Udc) e Congedo (Pdl), attraverso il quale il Consiglio regionale della Puglia ha espresso solidarietà agli ex Lavoratori socialmente utili, oggi dipendenti di ditte private, che svolgono servizi di pulizia nelle scuole statali e alle loro famiglie. Con lo stesso provvedimento è stato impegnato il Presidente Vendola e l’intera Giunta regionale ad “attivare ogni soluzione utile e praticabile per venire incontro alle giuste istanze” di questi lavoratori che sono 1200 nella sola provincia di Lecce e circa 14.000 in Italia.
“Aderendo alla richiesta del collega del Pdl Saverio Congedo – ha commentato il Presidente Negro – abbiamo trasformato l’interrogazione del Gruppo Udc, presentata giorni fa, in un Odg che è stato approvato all’unanimità dall’Aula. Con tale provvedimento la politica ha preso l’impegno a stare accanto a questi lavoratori e a sostenerne il processo di stabilizzazione dopo oltre 15 anni di precariato. Un gesto concreto di solidarietà e un impegno che ci auguriamo possa portare ad una soluzione rapida dell’annosa vicenda”.
“Lontani dalla retorica e dai facili entusiasmi – ha concluso il presidente Negro – torniamo a sottolineare che è questa la “politica” che ci piace. Quella cioè che non agita i problemi strumentalmente, ma che li affronta con senso di responsabilità e ne individua una soluzione che sia maggiormente condivisa. Questo è quello che oggi chiedono i cittadini pugliesi e questa è la strada che l’Udc di Puglia vuole continuare a percorrere”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette + dieci =