Ares – Marte – il dio della guerra fu concepito da Hera senza il contributo di un compagno. Egli provava un’ebbrezza travolgente quando si trovava di fronte alla zuffa, alla furia selvaggia, che si accende nel momento in cui la battaglia, facendosi  più serrata, ottenebra  la mente dei guerrieri, togliendo  dal loro cuore ogni sentimento di umanità.

A lui era indifferente combattere da una parte o dall’altra, favorire questo o quello schieramento, la sua unica gioia era condurre con brutalità e ferocia gli uomini a morire, per questo era temuto e per niente gradito alle altre divinità e allo stesso Zeus. Era un dio poco popolare fra i Greci, poiché temevano il suo piacere sfrenato per ogni sorta di crudeltà. Era invece molto amato dai romani, che lo consideravano loro antenato, padre del loro fondatore Romolo. Gli antichi astrologi consideravano Marte come malefico. Essi lo assimilavano così come nei miti greci, al dio della guerra e dei massacri. Ora, se tale attribuzione è giusta quando l’influenza marziana si esercita attraverso l’Ariete, non lo è più quando si esercita attraverso altri segni dello Zodiaco, come ad esempio, quelli dello Scorpione o del Capricorno, che evocano piuttosto ricordi mitologici di Vulcano o di Esculapio.   Altre volte i raggi preponderanti  di Marte ci provengono attraverso il segno della Bilancia e allora si hanno temperamenti più inclini alla ricerca di verità e giustizia, come Giudici o Magistrati. Malgrado la sua reputazione, è sempre preferibile che Marte sia ben messo all’interno di un tema natale, poiché vi apporta preziose risorse di vitalità ed energia, in modo particolare per quel che riguarda la salute. Marte, congiunto al proprio Sole di nascita, conferirebbe grande coraggio, determinazione, oltre ad una grande energia e vitalità. Non di rado abbiamo con aspetti Marte – Sole anche degli ottimi sportivi. Mentre accanto a pianeti femminili come Luna-Venere, una donna ne risulterebbe, virilizzata o mascolinizzata. I passaggi di Marte attraverso i segni dello Zodiaco e gli aspetti che forma con gli altri pianeti hanno considerevole influenza sugli avvenimenti che si svolgono sulla Terra. Certe configurazioni con Saturno sono quasi invariabilmente seguite da sinistri, come terremoti, eruzioni di vulcani, mentre se benefiche, gli dobbiamo la buona riuscita negli affari e successi in amore. Il pianeta rosso non si contenta di intervenire in ogni momento della nostra vita, ma, ha una parte a volte preponderante perfino sulla nostra morte: Il suo raggio malefico, aggiunto ad altre configurazioni ,può spezzare il filo del nostro destino.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − 9 =