“La vicenda degli inquilini morosi a Palazzo Carafa mette in luce una situazione, di cui dovrà tenere conto la futura amministrazione comunale: la necessità di vigilare con maggior oculatezza sul patrimonio pubblico e la capacità di saper risalire, in ogni ordine e grado, alle responsabilità, che hanno portato ad accumulare un credito cospicuo per canoni d’affitto mai riscossi”

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero.
“È importante – prosegue Buccoliero – che si preservi la trasparenza dell’intera macchina amministrativa, garantendo non solo linearità nella gestione del patrimonio pubblico, ma anche e soprattutto responsabilità. Quale famiglia, verrebbe da chiedersi, gestirebbe con tanta leggerezza i propri beni? Esistono delle responsabilità, che oggi, probabilmente, appare tardivo individuare; esistono degli uffici preposti al controllo di queste situazioni così come esistono dei tecnici, che usufruiscono di ingenti “premi di produzione”, il cui compito è di salvaguardare l’interesse pubblico.
È ovvio che, alla luce dei fatti, non serve il fuoco di fila su questo e su quel nome, così come non serve l’antico gioco dello “scarica barile”. Esiste un problema oggettivo e il compito degli attuali amministratori è di porvi un immediato rimedio, cercando di limitare i danni e, soprattutto, restituendo credibilità ad una macchina amministrativa, che dovrebbe funzionare in regime di normalità, evidenziando in tempi rapidi eventuali falle.
Compito della futura amministrazione comunale è rendere effettivo un corretto funzionamento della gestione del patrimonio pubblico, puntando sull’efficacia dei servizi e sul tempismo nell’individuare responsabilità che, al di là delle polemiche, esistono.
Diversamente – conclude Buccoliero – la città di Lecce non si ritroverebbe, oggi, a vantare un credito di diverse migliaia di euro, senza sapere il come e il perché”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × uno =