{youtube width=”400″ height=”300″}NSrSO7mqYhU{/youtube}

«Io non mi vergogno di investire in cultura e sono orgoglioso di farlo durante un periodo di crisi».
Sono le parole del presidente della regione Puglia Nichi Vendola, intervenuto al termine della conferenza stampa tenutasi ieri a Roma, per la presentazione della 25° edizione di Italia Wave Love Festival, che per la prima volta, quest’anno si svolgerà a Lecce dal 14 al 17 luglio.

 

Vendola ha sottolineato l’importanza di investire nella cultura (200 mila euro), anche e soprattutto per i giovani, affinché questa manifestazione non sia qualcosa di transitorio, ma possa creare una sinergia coinvolgente durante tutto l’anno, attraverso l’istituzione di laboratori.
Ai nostri microfoni, il Presidente della Regione Puglia, ha parlato anche di politica e si è soffermato sulla giornata nazionale di mobilitazione delle donne di domenica 13 febbraio. «Non possiamo più tacere – ha detto Vendola – e chiediamo a tutte le donne, senza alcuna distinzione, di difendere il valore della loro, della nostra dignità. La libertà delle donne è una questione di cambiamento radicale».
E poi ancora una battuta su Italia Wave Love Festival «Così si fa una grande Puglia – ha concluso Nichi vendola – una Puglia che non ha paura del mondo,  una Puglia che non ha paura di essere attraversata anche da culture diverse dalla nostra; una Puglia capace di donare le cose più belle che ha, le proprie storie, e con i giovani non solo trova una ricchezza economica ma anche una ricchezza culturale».

 

CONDIVIDI