Un ragazzo di 16 anni, di Novoli, si e’ ferito gravemente all’addome sparandosi con la pistola del padre, un ottico collezionista di armi: lo avrebbe fatto per protesta perche’ gli era stato negato l’uso della Playstation.

 

Il ragazzo e’ ricoverato con riserva di prognosi nell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, ma la sua vita non e’ in pericolo. Il proiettile e’ entrato ed e’ poi uscito dall’addome, senza toccare fortunatamente gli organi vitali .

La pistola usata, che e’ stata sequestrata dai carabinieri, e’ regolarmente detenuta dal padre, anche se al momento i carabinieri stanno valutando la posizione del genitore in merito alle modalita’ di custodia della pistola