“Leggiamo che sui nuovi ospedali da costruire in Puglia, l’assessore Amati vuol procedere basandosi sulla Legge 23 del 2008 (Piano della Salute) e sul numero di posti letto previsto all’epoca. Non può essere così perché quella Legge è stata superata

da quella recentemente approvata dal Consiglio Regionale con il Piano di Rientro e i posti letto sono diminuiti”. Lo sostiene in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese.

“Alle nostre perplessità e alla convinzione che bisogna accendere un faro sulla realizzazione dei nuovi ospedali in project financing – dice Palese – si aggiunge il fatto che non è possibile dar corso alla vecchia programmazione del 2008 quando nel frattempo una nuova Legge Regionale e il Piano di Rientro hanno cambiato tutto diminuendo il numero dei posti letto e prevedendo la chiusura di 18 ospedali. E’ chiaro – dice Palese – che la mappa degli 11 nuovi ospedali previsti nel 2008 e la loro dimensione va rivista alla luce della nuova situazione. Se Vendola, Fiore e Amati non si fermano, rischiano di aggiungere alla devastazione del presente anche quella del futuro. Continuiamo a chiedere che venga convocata quanto prima la Commissione Sanità e che l’assessore Fiore venga a relazionare sui debiti delle Asl, sulla situazione del personale alla luce delle sentenze della Corte Costituzionale e, a questo punto, anche sull’elenco dei nuovi ospedali da costruire. Non è possibile che si continui a procedere alla cieca chiudendo, aprendo, tagliando e aggiungendo ospedali e posti letto senza alcun criterio, decidendo tutto nelle riunioni politiche di maggioranza più o meno carbonare e non seguendo invece i canali istituzionali delle Commissioni e del Consiglio”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × tre =