“Dopo le audizioni in Commissione, sono due gli aspetti più allarmanti della situazione finanziaria della Fiera del Levante. Il primo: le perdite fino a 4,7 milioni di euro vengono definite ‘la sommatoria di una serie di elementi di natura strutturale ed organizzativa’ il che significa che non diminuiranno.

Il secondo: non ci hanno spiegato da cosa deriva il fatto che da un anno all’altro le perdite aumentano e diminuiscono di milioni di euro”. Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Rocco Palese.
“Per fortuna almeno è stata approvata la proposta di ridurre del 10% l’indennità del Presidente. Ma è chiaro – dice Palese – che le perdite della Fiera hanno poco a che fare con questo o quel management e che il problema è avere il coraggio di modificare struttura e organizzazione dell’Ente visto che è proprio a questioni organizzativo – strutturali che i vertici della Fiera attribuiscono le perdite fino a 4,7 milioni di euro. Per non parlare poi della gestione del personale: dei 4,7 milioni di euro di perdite del 2009, ben 1,8 milioni risultano accantonati prudenzialmente per far fronte a contenziosi da parte del personale! In questa situazione appare paradossale sentir parlare di rilancio e privatizzazione senza mutare di una virgola la mission affidata al nuovo manager. Come si sono accumulati questi debiti e chi li pagherà se non i poveri cittadini? E’ forse arrivato il momento anche di chiedersi come sono stati accumulati e se non sia il caso di rivedere le strategie gestionali”.