“Se l’On. Lorenzo Ria avesse letto con più attenzione le dichiarazioni rilasciate dal Commissario Prov.le  On. Totò Ruggeri avrebbe colto con più compiutezza il suo ragionamento.” Lo dichiara il consigliere centrista, Wojtek Pankiewicz.

“L’On. Ruggeri, a proposito del rinnovo dell’Amministrazione comunale di Lecce, dopo aver affermato che “il futuro dell’UDC non è compatibile con la riconferma del Sindaco Perrone per le note vicende che hanno caratterizzato la sua gestione, sollecitato ad indicare l’alternativa all’attuale Sindaco, ha avanzato un’ipotesi con riferimento a personalità della società civile, del mondo imprenditoriale e a uomini politici, come l’On. Ria, a guidare una nuova coalizione.
Ha precisato inoltre che non vi è ancora in agenda il Comune di Lecce essendoci tempo sufficiente per riflettere prima di adottare qualsiasi decisione.
Si è trattato in sostanza di un ragionamento corretto che ricalca la linea nazionale del Partito orientata a portare avanti un progetto sul modello Ferrarese.
Dunque, nessuna fuga in avanti, anche perché l’On. Ruggeri ha sempre operato sino a questo momento con senso di responsabilità, lealtà e trasparenza, ricercando la più ampia condivisione per qualsiasi scelta.
Per quanto riguarda l’assenza di un’azione politica dell’UDC nel Consiglio Comunale di Lecce lamentata dall’On. Ria, il Consigliere Pankiewicz che sin dall’otto  settembre  2010 come centro moderato ha stipulato un patto federativo con l’UDC, richiama il Parlamentare di Taviano a prestare più attenzione su quanto sin qui è stato fatto come iniziative in Consiglio Comunale proprio per garantire, dopo lo scippo dei Consiglieri perpetrato dal Sindaco Perrone a danno dell’UDC, la voce del partito, essendo stata questa forza determinante per la sua elezione a Sindaco.
Il Consigliere Pankiewicz ricorda all’On. Ria che l’UDC è l’unica forza politica in Città che si è posta come spazio attivo e creativo, cantiere delle idee e laboratorio di buona politica per elaborare un progetto di Città per il secondo decennio del terzo millennio, insieme ai  cittadini comuni, alle forze dell’associazionismo, del mondo culturale ed accademico, del mondo sindacale che si è concretizzato con due riuscitissimi convegni del 12 novembre u.s., sui riflessi del federalismo e del 25 novembre u.s. proprio sul progetto di città e con una serie di iniziative interne ed esterne. Siamo attivissimi ed abbiamo progetti e proposte per la città. I cittadini stanno apprezzando e sono certo che alle Comunali 2012 l’UdC otterrà un grande successo.
Che tutto questo sia sfuggito all’On. Ria? E’ possibile data la sua attività istituzionale, ciò tuttavia non gli può impedire di avanzare proposte, suggerimenti sulle quali far discutere la Città di Lecce, oltre a garantire una sua presenza e vicinanza che auspico e delle quali certamente si gioverebbe l’UDC cittadino”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque + otto =