“Anche quest’anno – dichiara l’ass. al patrimonio della provincia di Lecce, Pasquale Gaetani – come accade dal 2005, grazie alla legge n° 92 del 2004, fortemente voluta dal Governo Berlusconi, si rinnova la celebrazione del “Giorno del Ricordo”

ricorrenza istituita per conservare la memoria della tragedia delle vittime delle Foibe. Un modo grazie al quale, gli Italiani, possono finalmente confrontarsi con un pezzo della nostra storia, per troppo tempo, volutamente e colpevolmente sottaciuto.  
I giovani, soprattutto loro, hanno il diritto di essere portati a conoscenza per non dimenticare. È doveroso che i nostri ragazzi abbiano cognizione di questa pagina dolorosa per troppi anni rimasta sconosciuta, anche se, molto spesso, sono fortemente colpito da come essi, il 10 di febbraio, diano vita a tutta una serie di toccanti e significative iniziative per fare sì che rimanga sempre impresso nella nostra memoria un frammento disonorevole della storia d’Italia.
Certe date devono essere obbligatoriamente segnate nella coscienza civica di ciascuno di noi. Auspico che la memoria di quel martirio vile che subirono tanti innocenti cittadini italiani sia resa sempre attuale e viva nei nostri cuori.”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dieci + uno =