«I bus elettrici che fine hanno fatto?» è quello che si domandano i giovani democratici di Lecce, per voce di Diego Dantes <Non vorremmo che fosse l’ennesimo spreco di denaro pubblico. Noi Gd avremmo un’idea per il loro impiego e per avviare un’iniziativa a favore dei ragazzi leccesi: bus by nighti!>

La questione dei minibus elettrici scomparsi è stata già sollevata dal gruppo consiliare del Pd già gennaio scorso, ma nessuno ha provveduto a fornire maggiori informazioni a riguardo. E’ da tempo, infatti, che Sgm ha a disposizione solo 2 minibus funzionati,  del tutto insufficienti rispetto alla domanda d’utilizzo, mentre altri 5 sarebbero fermi per motivi che a noi rimangono sconosciuti. Ora i Giovani Democratici di Lecce rilanciano la questione perché hanno in mente un progetto a favore dei loro coetanei.

<Come già succede a Milano – continua Diego Dantes – si potrebbe pensare all’impiego di questi bus elettrici per  servizi notturni agli studenti ed i giovani che “vivono” la notte in città, nei week end>.

 Il Comune di Milano, infatti, ha sviluppato in collaborazione con ATM (azienda trasporti municipale) il servizio Bus by Night: tutti i venerdì e i sabato notte, ogni ora dalle 2.00 fino alle 5.10 del mattino, minibus da 16 posti ciascuno, per 32 corse complessive,  riportano a casa l’utente in qualsiasi zona all’interno della città, con orari differenziati a seconda dei vari capilinea individuati nelle aree dove è concentrato il maggior numero di locali notturni. Il costo è quello di un biglietto ordinario urbano, che si può acquistare anche a bordo sempre a 1 €; se si è in possesso di un abbonamento urbano ai mezzi pubblici si viaggia gratis.

<Un utilizzo, a Lecce, in questo senso dei minibus elettrici avrebbe un duplice vantaggio: -conclude Dantes- innanzi tutto fornirebbe un servizio ai giovani che non possono, per i più disparati motivi, utilizzare il proprio mezzo di trasporto, in seguito potrebbe risultare un ottimo rimedio per evitare che chi ha alzato il gomito si metta alla guida ed essere un pericolo per sé e per gli altri>.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × quattro =