Ha preso il via già da qualche giorno il 60esimo Festival internazionale del cinema di Berlino, e oggi ci sarà anche il Salento come protagonista.  “Perdizione” del regista salentino Maurizio Mazzotta, infatti, è presente al Berinale a fianco del film argentino Il cammino del vino in concorso nella sezione Kulinarisches Kino.

Per questa edizione del festival, che come ogni anno dal 1951, apre i battenti a febbraio, confermandosi uno dei festival cinematografici di maggior prestigio, lo staff ha promosso un modello di presentazione dei lungometraggi in concorso, facendoli precedere da cortometraggi che ne annunciano la cultura di provenienza. Così un film argentino è annunciato da un cortometraggio sul tango, Perdizione appunto. Il film illustra con la sintesi propria dei cortometraggi alcuni aspetti del tango, meglio dei ballerini di tango che,  presi dalla passione per la musica e per il ballo, perdono se stessi ed ogni cosa….

Perdizione è uno dei corti più premiati, e vanta ben tre tentativi di imitazione, rintracciabili in Internet. Per questo motivo il corto è presente nel portale IMDb della Internet Movie Database, che ha offerto al regista uno spazio in questa enciclopedia del cinema sia per Perdizione sia per un altro suo corto Cuore di mamma. Lo staff di Berlino è venuto così a conoscenza del corto e l’autore è stato invitato a inviarlo come fuori concorso.

Realizzato nel 2006 e  premio come MIGLIORE IDEA COMICA all’Arzanohumorciak ; finalista a La 25 ora. Nel 2007 premio del pubblico come MIGLIORE AUTORE al Festival del Cinema Invisibile; finalista a  La Cittadella del corto e a il Corto.it . Nel 2008 premio Corea MIGLIOR FILM nella sezione Danza e musica al Salento Film Festival.
Con il titolo “Perdizione” si vuole giocare con le due differenti accezioni di questa parola, intesa generalmente in senso etico, ma anche in senso materiale, come perdita  di oggetti, che possono essere dimenticati o rubati, per esempio quando le persone – come i due protagonisti del corto – sono troppo distratti dalla loro stessa mania. In questo caso la mania è il tango.

Interpreti: ORNELLA DE MITRI  e  MARCELLO PANICO 

Regia: MAURIZIO MAZZOTTA
Soggetto: MAURIZIO MAZZOTTA e MARIRO’ SAVOIA

Sceneggiatura: MAURIZIO MAZZOTTA

Fotografia: DAVIDE FAGGIANO

Musica: Perdizione ( tango originale )  di  MASSIMO CERMOLA

Montaggio: DAVIDE FAGGIANO  e MAURIZIO MAZZOTTA

Suono: IVAN GENTILE

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − 1 =