I fondi Fas e Fesr entreranno a far parte del Piano per il Sud? ”Noi siamo dell’avviso che tutte queste risorse debbano essere finalizzate a questi obiettivi e lo vogliamo fare di intesa con le Regioni.

L’augurio e’ che ci sia, almeno come e’ emerso dalle dichiarazioni iniziali, una disponibilita’ a volerlo fare da parte di tutte le Regioni”. Lo ha detto il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. “I fondi – ha spiegato – sono quelli ai quali abbiamo fatto riferimento, quelli ai quali fa riferimento il commissario Hahn (commissario europeo per le Politiche regionali, ndr) che ci ha indicato dei rischi seri, gravissimi, che al 31 dicembre di quest’anno molte Regioni perdano ingenti risorse in questo senso. Quindi penso che sia utile che le Regioni abbiano un approccio corretto. Noi lavoreremo per questo e faremo una verifica, Regione per Regione, per chiarire alcuni aspetti”. ”Il primo: abbiamo appena concluso – ha detto Fitto – la rendicontazione e la verifica dei fondi Fas della vecchia programmazione. Quindi su questo avremo un quadro finalmente chiaro. Abbiamo completato la verifica delle cosiddette risorse liberate, dei progetti sponda della vecchia programmazione comunitaria. E abbiamo un quadro di riferimento molto preoccupante per le risorse comunitarie di questa programmazione e abbiamo la possibilita’, all’interno di questo contesto, di liberare le risorse Fas delle nuova programmazione”. ”Tutte queste risorse – ha ribadito Fitto – devono essere indirizzate ad un grande obiettivo strategico: la concentrazione su progetti che siano realmente strategici e quindi sugli otto punti inseriti all’interno del Piano per il Sud”.

 

CONDIVIDI