“A dodici anni dalla morte di Pinuccio Tatarella questo è certamente l’anno in cui la politica italiana ha avvertito di più la sua mancanza e quello in cui lui avrebbe certamente desiderato di più esserci”. Lo dichiara il ministro per i Rapporti con le Regioni e la Coesione Territoriale, Raffaele Fitto

in concomitanza con la manifestazione organizzata a Bari dalla Fondazione Italia Protagonista e dal Movimento Politico Culturale Mediterraneo.

“Si era guadagnato sul campo il titolo di ministro dell’Armonia, aveva intuito prima degli altri la necessità di allargare la base dei consensi del centrodestra per andare oltre i singoli partiti e dar vita al bipolarismo secco, ma all’insegna della coerenza e della chiarezza politica. Avrebbe meritato di vivere questa stagione in cui le sui intuizioni divengono realtà”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + venti =