Grande entusiasmo alla  partenza dalla Stazione Ferroviaria di Lecce e all’arrivo a Trieste, per gli oltre 100 ragazzi delle scuole del Salento che stanno prendendo parte al  progetto “La Memoria e il Ricordo: un viaggio per non dimenticare”, organizzato  dalla Provincia di Lecce

in collaborazione con “Unidea” sui luoghi dello  sterminio nazista in Italia e dove si consumò l’altrettanto atroce dramma delle  foibe. Il treno con a bordo l’Assessore alle Politiche Giovanili Bruno  Ciccarese, numerosi amministratori e sindaci del Salento e oltre 100 ragazzi  delle scuole del Salento è arrivato nel pomeriggio di ieri in Friuli Venezia  Giulia, dove già sono partite le prime escursioni. In particolare nella  giornata di oggi i ragazzi saranno al Sacrario di Re di Puglia, alla Risiera di  San Sabba e alle Foibe di Basovizza. “Luoghi che furono teatro della tragedia  dello sterminio diventati simbolo dell’intolleranza e di ogni violenza  ideologica”, ricorda l’Assessore Ciccarese, congiuntamente al Presidente  Gabellone: “anche per il 2011, attraverso i Comuni, l’Amministrazione  Provinciale vuole far si che giovani salentini partecipino ad iniziative tendenti a consolidare nelle coscienze di ognuno l’avversione ed il rifiuto di  qualsiasi forma di totalitarismo. Il programma promosso prevede la visita  alle Foibe di Basovizza considerate l’emblema della violenza slavo-comunista nei  confronti degli italiani e alla Risiera di San Sabba unico campo di  concentramento nazista d’Italia e monumento nazionale dal 1965”. A bordo del treno oltre cento ragazzi tra i 18 ed i 26 anni. In molti hanno espresso la loro  gioia e la condivisione di questo percorso in un passato da non dimenticare,  animando il percorso del treno di confronti sui temi dell’intolleranza anche  nella modernità, del rifiuto dei totalitarismi e della violenza.