E’ con forte senso di responsabilità che i Giovani Democratici di Lecce aderiscono alla manifestazione delle donne e per le donne. Anche a Lecce ci si domanderà, domenica prossima 13 febbraio alle ore 18.00 in Piazza Sant’Oronzo,“Se non ora, quando?” . Un momento di riflessione, in questo momento delicato, sulla situazione delle donne in Italia.

“E’ importante porre l’accento, in questo momento particolare, sulla condizione delle donne in Italia -afferma Diego Dantes, dei Giovani democratici di Lecce- perché assistiamo a continui abusi perpetrati sulle donne. E’ una questione di civiltà. La mercificazione del corpo della donna non può essere l’unica alternativa presentabile a quelle migliaia di donne che lottano ogni giorno per costruirsi un futuro migliore”.

Il segnale che viene dato al mondo e alle prossime generazioni, quello del BungaBunga e della carriera facile, è dei peggiori dal punto di vista etico ed istituzionale. A tal punto credo che sia urgente, rimboccarsi le maniche e manifestare, uomini e donne insieme, in piazza contro questo potere di corruzione e contro la mercificazione del corpo femminile. Manifestare tutta la propria indignazione per quello che sta accadendo in Italia e valorizzare il lavoro e l’importanza delle donne, il cui valore è ben diverso da quello che il nostro premier le attribuisce nelle stanze di Arcore” ribadisce, concludendo, Matteo Bottazzo, anche lui dei giovani democratici di Lecce.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 + 14 =