La Regione Puglia, con legge n. 21 del 29/07/2008, ha approvato le “Norme per la rigenerazione urbana”. Un’iniziativa attraverso la quale si intende stimolare la realizzazione di Piani Integrati di Sviluppo Territoriale volti alla rigenerazione dei sistemi dei centri urbani minori, mediante il rafforzamento, la riqualificazione e la razionalizzazione di reti funzionali e trame di relazione che connettano meglio i vari centri, puntando alla valorizzazione delle valenze naturalistico-culturali dei luoghi

“Abbiamo voluto valutare l’opportunità di cogliere questa iniziativa programmando, insieme ai tre comuni di Otranto, Uggiano la Chiesa e Giurdignano, un piano organico, dal momento che i tre centri sono storicamente legati da consolidate relazioni sociali, notevole affinità di risorse, omogeneità territoriale, rappresentando di fatto un sistema territoriale connesso”, afferma il sindaco Luciano Cariddi. “Si è pertanto concordato un protocollo d’intesa che regola i rapporti tra i comuni individuando nel Comune di Otranto l’ente capofila. Occorrerà, in tempi brevi, arrivare a predisporre un documento programmatico di rigenerazione urbana e piano integrato di sviluppo territoriale, in cui far confluire le valutazioni e le decisioni che verranno assunte dalle comunità dei tre centri in merito alle iniziative da attivare”. Ciò al fine di poter beneficiare dei contributi che la Regione, nell’ambito dell’Asse VII del POR 2007/2013, rende disponibili.

“L’aspettativa che i comuni ripongono su tale iniziativa è quella di poter veder rivitalizzate alcune zone dei propri territori, ed in particolare i borghi extraurbani che fungono particolarmente da elementi collettori dei diversi centri urbani”, asserisce il primo cittadino. “Certamente per Otranto ci piacerebbe cogliere questa sfida puntando alla rigenerazione dei nostri borghi di Frassanito e Porto Badisco e soprattutto farlo in modo condiviso con i cittadini residenti e proprietari degli edifici costruiti perché, in tal modo, si potrebbe immaginare anche una partecipazione dei privati a tale programma che consentirebbe una maggiore efficacia delle iniziative e un miglior risultato in termini di riqualificazione degli ambienti oggetto di intervento”.

Per ascoltare i cittadini e consentire la partecipazione attiva al processo di rigenerazione urbana, il 16 febbraio p.v. ad Otranto, presso il Castello Aragonese, si terrà un incontro alle ore 17.30. “Mi auguro che tutti i cittadini delle tre comunità partecipino numerosi agli incontri fissati in modo da poter arricchire con i loro contributi di idee il documento programmatico che andremo a predisporre per proporlo alla Regione Puglia”, conclude il sindaco Cariddi.

 

 

CONDIVIDI