A richiesta dei sindacati edili si sono incontrati oggi in municipio a Vernole i sindacati di categoria FILLEA-CGIL, FENEAL-UIL e FILCA-CISL nelle persone di Salvatore Zermo, Donato Congedo e Alessio Coltella unitamente ad una delegazione di lavoratori della ditta LEADRI ed il sindaco Mario Mangione allo scopo di esaminare la situazione riguardante la mancata cantierizzazione della Strada Regionale n.8.

Nel corso della riunione è stato rilevato che a fronte dell’impegno finanziario necessario per il completamento dell’opera, quantificato in circa 59milioni di euro, il competente ministero delle Infrastrutture e dello Sviluppo Economico ha erogato alla Regione Puglia circa 25milioni di euro riservandosi di trasferire la restante somma successivamente, anche in ottemperanza di pronunciamenti giurisdizionali che hanno imposto al Ministero la completa copertura finanziaria dell’opera pubblica.

La criticità emersa nel corso dell’incontro consiste nella posizione della Regione Puglia che non intende sottoscrivere il contratto con l’impresa aggiudicataria sino all’avvenuto trasferimento dell’intera somma occorrente e, dall’altra, il Ministero che è del parere che si possa avviare la cantierizzazione dell’opera con la considerevole somma già disponibile, in attesa della erogazione della restante parte, peraltro già impegnata, in corso di esecuzione dei lavori.

Dalla disamina della vicenda i rappresentanti dei lavoratori ed il sindaco Mario Mangione hanno concordato sulla necessità di mediare tra le contrastanti posizioni , individuando una soluzione tecnico-giuridica che potrebbe essere quella di introdurre una clausola contrattuale atta a manlevare in capo alla Regione eventuali responsabilità nei confronti della azienda per la carenza della disponibilità finanziaria, all’esaurimento della somma già erogata ed autorizzando l’impresa ad eseguire i lavori sino alla concorrenza delle somme disponibili.

Tale soluzione consentirebbe l’immediata cantierizzazione dei lavori con la salvaguardia dei livelli occupazionali e con l’avvio di un’opera pubblica che non è ormai più possibile rinviare.

Il sindaco ha assunto l’impegno di sensibilizzare all’argomento la deputazione salentina, comprendendovi anche i consiglieri regionali e le amministrazioni comunali di Lecce, Lizzanello, Vernole e Melendugno affinché ciascuno si adoperi per la immediata soluzione dell’annosa vicenda.

CONDIVIDI