Non è piaciuta al presidente Gabellone l’iniziativa del governatore Vendola di richiedere al Ministro dello Sviluppo Paolo Romani, l’ allargamento dell’Accordo programmatico per il Tac (tessile abbigliamento calzaturiero)  ai 102 lavoratori della Franzoni filati S.p.A di Bari e al Gruppo Adelchi di Tricase. L’Accordo di Programma siglato nel 2008 poneva prioritario riguardo i lavoratori provenienti dal Cluster Filanto e di situazioni analoghe

Della sopraggiunta crisi occupazionale nell’area nord barese se ne discusse intorno al tavolo interistituzionale che in data 8 aprile 2010, si riunì presso il MiSE, alla presenza anche delle parti sociali e di Confindustria Lecce. A conclusione di quell’incontro fu concordato, tra l’altro, di richiedere, con misure e risorse aggiuntive, l’estensione dell’A.d.P. in oggetto anche a favore dell’area di incidenza del Cluster Adelchi. Tuttavia il presidente Gabellone, in una lettera indirizzata al presidente Vendola, al Prefetto di Lecce Mario Tafaro, al direttore di Confindustria e alle sigle sindacali Cgl, Cisl, Uil e Cisal che” le risorse disponibili sull’A.d.P. in oggetto da parte del Ministero dello Sviluppo Economico e da parte della Regione Puglia debbano essere utilizzate in via prioritaria per la reindustrializzazione del perimetro territoriale per cui è stato sottoscritto l’Accordo, nel cui ambito l’obiettivo concordato per il riassorbimento dei 700 lavoratori espulsi dal Gruppo Adelchi richiede di fare fronte comune tra le istituzioni e le parti sociali”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − diciassette =