Via libera questa mattina a Palazzo Carafa al tavolo di lavoro per la trasparenza della Pubblica Amministrazione e il miglioramento delle performance dell’ente, alla presenza delle Associazioni rappresentate nel Consiglio Nazionale dei Consumatori

e degli Utenti, in adempimento all’art. 11 comma 2 del Decreto Legislativo n. 150 /2009, “Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni”.
Obiettivo di questo primo incontro, la definizione di un Piano di Lavoro condiviso, dalle associazioni presenti, per la costruzione partecipata e allargata al contributo della cittadinanza del “Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità (PTTI) del Comune di Lecce – Triennio 2010-2012” e l’apertura del dialogo sugli adempimenti del “Decreto Brunetta” in merito alla misurazione e valutazione delle attività e degli andamenti gestionali del’ente pubblico, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo del rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità.

Alla presenza dell’assessore al Personale, Sviluppo organizzativo e Qualità dei Servizi Michele Giordano, del Segretario Generale e dei Dirigenti del comune di Lecce direttamente coinvolti nei procedimenti sulla trasparenza e sulle performance dell’ente, le associazioni presenti hanno fornito un primo utile contributo in merito alle modalità e ai tempi con cui si intende costruire un dialogo con la cittadinanza, anche al fine di proporre l’approvazione al Consiglio, in tempi brevi, della bozza del programma sulla trasparenza.

“Questa amministrazione – ha sottolineato l’assessore Giordano – intende dare prosecuzione ad un percorso partecipativo già sperimentato in altri contesti, al fine di garantire la massima correttezza e trasparenza nell’azione amministrativa, applicando in ogni occasione e a qualsiasi livello, le regole per una gestione efficiente ed efficace, nonché i più innovativi strumenti di comunicazione ed informazione.  L’obiettivo di fondo è quello di migliorare l’attività della macchina amministrativa puntando con decisione alla qualità e all’efficienza..

“Siamo pronti – ha concluso Giordano – ad avviare un dialogo con le associazioni dei cittadini e a renderlo stabile su questo e su altri temi di interesse, al fine di rilanciare il coinvolgimento fattivo e la partecipazione attiva della comunità locale al governo della cosa pubblica”.
Il prossimo incontro tra amministratori  comunali e rappresentanti delle associazioni dei consumatori è in programma il 22 febbraio.