Ferenc PlemichIl bilancio del Lecce nei precedenti tredici incontri in Sicilia con la squadra rossoazzurra è di: 1 vittoria, 7 pareggi e 5 sconfitte, 6 reti segnate e 12 subite.
La prima partita tra le due squadre si giocò il 3 ottobre 1937 alla seconda giornata del campionato di Serie C.

Il Lecce fu sconfitto per 2 – 1 grazie alle reti di Pinto e Pollini.
L’unica vittoria dei giallorossi sugli etnei avvenne il 7 dicembre 1941. Il Lecce di Ferenc Plemich riuscì ad aggiudicarsi l’incontro per 1 – 0 grazie all’autorete di Bettini.
L’ultima sconfitta allo stadio “Angelo Massimino” avvenne il 2 febbraio 2003, alla ventunesima giornata del campionato di serie B. Il Lecce allenato da Delio Rossi scese in campo con: Rossi, Bovo, Abruzzese, Silvestri, Stovini, Tonetto, Donadel, Piangerelli, Giacomazzi, Bojinov, Di Vicino. Il Catania di Reja rispose con :  Castellazzi, De Martis, Monaco, Malusci, Zeoli, Fini, Colasante, Grieco, Iacopino, Taldo, Oliveira. L’esordio di Reja sulla panchina rossoazzurra portò bene al Catania che si aggiudicò l’incontro per 2 – 1. Passarono in vantaggio gli etnei con Olivera al ’24. Dopo pochi minuti da un angolo di Di Vicino, Giacomazzi di testa ha uno spunto vincente, ma Grieco sulla linea si sostituisce al portiere. Calcio di rigore ed espulsione di Grieco.  Si presenta al tiro dagli undici metri Giacomazzi che si fa parare da Castellazzi un tiro non irresistibile. I siciliani in 10 contro 11, trovano addirittura il raddoppio con Fini al ’41. Il Lecce solo allo scadere riesce ad accorciare le distanze con Bruno Cirillo. Il campionato si concluderà con la promozione del Lecce in serie A e con la retrocessione dei siciliani in serie C, anche se verrà riammesso in Serie B su ordinanza del TAR di Catania.
L’ultima partita tra le due squadre è finita in parità. Alla rete di Paolucci replicò per i giallorossi, Nacho Castillo.

Dario De Carlo