“È giunta oggi la conferma ufficiale della strategia delle ‘doppia verità’ del Governo, alla quale neanche il Ministro Romani ha intenzione di sottrarsi riguardo alla questione delle Zone Franche Urbane”. L’On. Teresa Bellanova commenta così la risposta, fornita oggi in Commissione dal Ministro per le Attività produttive, ad un’interrogazione.

“Romani conferma, in sostanza, l’orientamento a sostituirle con le Zone a Burocrazia Zero, al contrario di quanto affermato nella missiva al Sindaco Perrone, comunicandoci oltretutto che anche quel provvedimento è, allo stato attuale, in stand-by”.
“I cittadini e le imprese leccesi, così come quelli delle altre realtà territoriali interessate dalle ZFU, non sanno cosa farsene delle corrispondenze ad personam ma avrebbero bisogno di certezze normative. Le zone franche, va ricordato, prevedono una serie di agevolazioni fiscali per le aziende che si insediano nelle aree indicate: si va dalle imposte sui redditi, all’IRAP, all’ICI, per finire con l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali, dunque non poca cosa per chi investe sulla riqualificazione di queste aree caratterizzate da disagio sociale” conclude la Bellanova, “il sindaco farebbe meglio a pretendere dal ‘suo’ Ministro qualcosa di più di una banale letterina a suo personale uso e consumo, ma impegni ufficiali ed atti conseguenti a beneficio di tutta la comunità che rappresenta”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 + 13 =