Si è svolto venerdì 18 marzo, presso l’Hotel Tiziano a Lecce, il 1° Forum provinciale PD sull’Agricoltura e lo Sviluppo rurale.
L’incontro organizzato dal Coordinamento provinciale del Partito Democratico di Lecce, al quale hanno preso parte il Responsabile di settore della

Segreteria regionale del PD, Gianluigi Cesàri, e le rappresentanze Istituzionali e politiche del Partito Democratico, ha visto protagonista una affollata platea, composta da Associazioni di Categoria, OO.SS., aziende, l’Università del Salento e operatori del settore.
L’iniziativa rientra nel percorso intrapreso dal Partito Democratico salentino e pugliese, che si propone di mettere al centro dell’ascolto, della riflessione condivisa e dell’impegno politico e istituzionale, le problematiche e le risorse del mondo agricolo e rurale, con l’intento di offrire una sede permanente di analisi, confronto ed elaborazione politica e programmatica capace di incidere sulle criticità del settore, tracciandone anche scenari positivi per il suo sviluppo.

Oltre all’apprezzamento per l’iniziativa del PD, manifestato dai rappresentanti del mondo agricolo e rurale intervenuti, l’incontro ha evidenziato alcune delle problematiche del settore, sulle quali concentrare l’impegno di tutti:

•    la crisi, ormai strutturale, che sta investendo tutte le filiere produttive tradizionali ed in particolare quella olivicola, segmento tipico del territorio salentino caratterizzato da problemi legati alla produzione, trasformazione e commercializzazione del prodotto e alla valorizzazione degli ulivi secolari;
•    la necessità di agevolare e migliorare la vendita diretta dei prodotti locali;
•    l’impatto sull’assetto paesaggistico e rurale del territorio della riconversione dei suoli agricoli alle agroenergie ed al fotovoltaico;
•    il riconoscimento e la tutela delle denominazioni di origine e dell’agricoltura biologica, e le problematiche relative al loro accesso alla grande distribuzione;
•    la valorizzazione della dimensione sociale e didattica delle attività agricole, e la necessità di una legislazione mirata sulle fattorie sociali e di una nuova legge sull’agriturismo;
•    la semplificazione delle procedure per l’accesso alle provvidenze economiche previste dal Piano di Sviluppo Rurale, considerate in alcuni casi farraginose.

Il Prof. Fattizzi, dell’Università del Salento, ha inoltre sottolineato la scarsa utilizzazione dei progetti di ricerca, elaborati dall’ateneo leccese nel campo dell’innovazione agroalimentare e i problemi di trasferibilità alle aziende di tale ricerca.

Il Forum di venerdì scorso è quindi da considerarsi preparatorio di una serie di incontri territoriali nei quali svolgere approfondimenti tematici, sia a livello di filiera sia trasversali a tutti i protagonisti dello sviluppo rurale. Sarà questo il luogo in cui individuare e condividere azioni e iniziative, anche istituzionali, del Partito Democratico.