Ieri la Regione con delibera di giunta ha deciso di finanziare l’Università del Salento con 700 mila euro. Grazie all’ UDU nell’ultima commissione tasse si è deciso di vincolare eventuali fondi esterni al ritiro del modello di tassazione che ha provocato le proteste negli scorsi giorni.

Quindi questo finanziamento potrebbe coprire almeno in parte l’extragettito calcolato sull’aumento delle rette universitarie.

L’importante risultato ottenuto in commissione, unitamente al finanziamento regionale, possono quindi essere le basi per un apertura da parte dell’amministrazione nella prossima commissione tasse, ma il bilancio deve essere modificato nel CdA di marzo. Quindi eventuali ritiri di filtri di merito e l’esenzione del 50 % per le lauree di secondo livello (magistrali) devono essere approvate nel massimo organo amministrativo. Quindi il problema è ben lontano dall’essere risolto.

Intanto i rappresentanti dell’ UDU per domani hanno organizzato un assemblea in Ateneo che coinvolge gli studenti delle facoltà di Lettere, Beni Culturali e Scienze della Formazione. Anche se la battaglia sulle tasse è ormai iniziata da tre settimane, fra gli studenti c’è ancora molta disinformazione e la continua evoluzione della situazione riguardo al nuovo modello di conteggio della contribuzione esige un informazione capillare e costante, in modo ta tenere sempre aggiornati gli studenti.

Nonostante le ultime positive evoluzioni, l’ UDU continua a mantenere la guardia, potendo contare ora anche negli studenti appena rientrati in facoltà dopo la pausa dalle lezioni per la sessione di esami.

Il cammino è lungo, ma l’obiettivo sembra essere sempre più vicino, mentre gli studenti aspettano ancora una risposta al loro appello dal Comune e la Provincia di Lecce.

CONDIVIDI