Lo scorso weekend, a Foggia, sulle pedane del Circolo Schermistico Dauno si è disputata la terza ed ultima Prova di Qualificazione Interregionale al “Gran Premio Giovanissimi”, manifestazione indetta dalla Federazione Italiana Scherma (Fis). Sono stati complessivamente 241 gli atleti impegnati in sala, di cui ben 56 nelle prove dimostrative Esordienti/Prime Lame, i quali hanno riscosso notevole successo.

In questo probamente impegno, in cui hanno preso parte – oltre alle Prime Lame – anche le Categorie, Fioretto, Sciabola e Spada, ha presenziato in pedana, un corposo numero di schermidori del Club Scherma Lecce. A sorprendere per l’ottima prova sciorinata a Foggia – soprattutto dal punto di vista caratteriale – sicuramente gli atleti protagonisti nella Categoria Prime Lame, dove il Club Scherma Lecce, ha schierato in pedana, tre piccoli atleti esordienti, nella Spada Femminile: Letizia Orlando, Alessia Buia e Alice Rita Spagnolo. Orlando, ha conquistato un prezioso secondo posto, mentre terzo gradino del podio è salita Alice Spagnolo. Sfortunata l’esibizione di Alessia Buia, la quale per una sola stoccata non si è qualificata per le semifinali, costretta quindi a doversi accontentare del quinto posto. 
Per le Prime Lame maschili (Categoria Spada), c’è da registrare anche l’esordio per Andrey Magarelli, il quale ha chiuso la gara in ottava posizione. Tutti i giovani schermidori, hanno comunque collettivamente dimostrato tutta la loro grinta e determinazione: gli allievi del maestro Alessandro Rubino, difatti, non erano per niente impauriti, anzi in pedana hanno proposto – oltre alla tecnica – anche sicurezza e determinazione, proprio le caratteristiche che inopinatamente sono latitate per alcuni atleti decisamente più esperti ed avvezzi alle pedane, i quali sono nuovamente inciampati in una giornata no.
Tra le prestazioni positive, sciorinate da parte degli atleti più maturi del Club Scherma Lecce – rispetto alle Prime Lame – bisogna menzionare la prova offerta da Giulio Montesardo, protagonista nella Spada Maschile (Categoria Allievi). Montesardo, è stato capace di salire sul terzo gradino del podio, cogliendo quindi un traguardo che gli vale già il titolo di campione regionale, avendo conseguito – nelle precedenti tappe – due primi posti. Un altro meritatissimo terzo posto, è stato raggiunto da Martina Sabbetta, nella Spada Femminile (Categoria Ragazze); l’atleta salentina – dopo un periodo di offuscamento – conferma di essere sulla strada giusta per tornare ad essere pienamente protagonista: a Foggia, peraltro, Sabbetta, sicuramente avrebbe potuto fare qualcosa in più, considerate proprio le sue buone doti schermistiche.

«Rimbocchiamoci le maniche e pensiamo ai prossimi impegni – esordisce la presidente del Club Scherma Lecce, Sari Greco – il prossimo weekend difatti, saremo chiamati all’appuntamento con la C2 di Spada Maschile a squadre, di scena in quel di Lamezia Terme (Cz). Presso la nostra Sala d’Armi di Via Stomeo, a Lecce, di concerto con il maestro Rubino, cercheremo di lavorare maggiormente sul fattore psicologico, visto che nelle ultime uscite stagionali, ad alcuni dei ragazzi è mancato proprio il carattere necessario per giungere indenni fino all’ultima stoccata. La cosa paradossalmente più singolare – conclude la presidente Greco – è certamente il fatto di aver notato in pedana una maggiore maturità e sicurezza, proprio da parte delle Prime Lame».

Infine, da segnalare – per la Categoria Fioretto Femminile – il settimo piazzamento per Luisa Di Ciaula e l’ottavo posto di Vittoria Castrignanò.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.