A LIVELLO UNDICIOTTAVI, i miti dell’horror.
In scena il ‘rosso profondo’ degli storici GOBLIN e l’hard dei salentini Muffx.

Se profondo e rosso intenso sono, ad oggi, le costanti tra le righe delle giovani pagine di musica e spettacolo scritte ed interpretate da LIVELLO

UNDICIOTTAVI, beh, non poteva di certo mancare, nella Casa della Musica di Trepuzzi, quel respiro coraggioso e consapevole delle sue memorie, di chi riporta tra le labbra il sapore di un tempo che ritorna per incontrare e colorare di nuovo il presente.

Chi, tra noi appassionati di musica tutta e affezionati ai cult melodici in particolare, non ha mai canticchiato negli anni, almeno per una volta, la colonna sonora del film di Dario Argento, “Profondo Rosso”? Una pellicola mozzafiato che ha tracciato la storia dell’horror italiano e, in cui, è proprio la musica, ad aver scandito attese ed emozioni di quelle sequenze che, per intere notti, ci hanno tenuti inchiodati alla sedia.

Ebbene sì, quella è la musica dei Goblin e se ne sarà fatta, ormai, una ragione, il gruppo italiano di rock progressive fondato nel ’73 da Claudio Simonetti e Massimo Morante; il nome Goblin è, infatti, da anni, indissolubilmente associato a quel capolavoro che definì e dipinse con note indelebili le atmosfere noir di un Argento riconosciuto nella sua migliore forma cinematografica.
Datata 1975, quella tanto amata e detestata colonna sonora valse, alla band, il “Disco d’Oro” vendendo, solo nel primo anno di uscita, un milione di copie e rimanendo, per ben cinquantadue settimane, nelle classifiche di vendita dei 45 giri e dei Long Playing (16 settimane al primo posto, record mai superato da nessun altro artista italiano). Numeri da capogiro che, oggi, anche i più affermati artisti pop, faticano ad immaginare.
Profondo Rosso di Argento resta, quindi, senza dubbio, l’opera più conosciuta e famosa del gruppo che, però, non ha mai smesso, nei suoi anni di vita, di sperimentarsi nella produzione di album e colonne sonore, forse meno fortunate, ma altrettanto interessanti ed entusiasmanti. Tra i principali 45 giri ricordiamo Roller (1976), Suspiria (1977), Il Fantastico Viaggio del Bagarozzo Mark (1978), Yell (1979).

E’ per riavvicinarci a queste melodie, per spingerci ad immergerci, per qualche istante ancora, nel passato della psichedelia targata anni 70 che, dopo il sold out registrato nelle tappe, milanese e romana, i miti della musica horror tornano ad esibirsi per la loro terza ed ultima data nazionale e lo fanno, su forte volontà di LIVELLO UNDICIOTTAVI, proprio in Salento.
Dopo 34 anni, dunque, ritornano dal vivo, e per giunta nella nostra terra, i paladini del progressive italiano con una nuova ed entusiasmante line up: Claudio Simonetti, Massimo Morante, Maurizio Guarini, Bruno Previtali e Titta Tani.

A far loro da guida in questo viaggio, l’hard italiano dei salentini Muffx.
Il sound dei Muffx stordisce, colpisce dritto, trascina in un immaginario che parte dalle devianti atmosfere dello stoner rock per intingersi di psichedelica e garage.
I Muffx nascono nel 2006 da un’idea di Luigi Bruno e Amedeo Ciricugno e il percorso, ad ora tracciato, non ha mancato di riservare, alla giovane band, importanti vetrine nel genere e pareri favorevoli della critica specializzata italiana ed estera.

“Small Obsessions”, il loro ultimo lavoro discografico, è strutturato in ben undici tracce dal sapore psyco – desert – pop, con reminiscenze “gitane”.
Nel corso del tour promozionale di “Small Obsessions” il gruppo, composto da Luigi Bruno (voce/chitarra), Alberto Ria (batteria), Andrea Campa (basso) e Cristiano Colopi (chitarra), si è esibito in live in Italia e in Europa fino ad approdare, nel febbraio 2010, sulle sponde di un fitto tour estero con concerti, tra gli altri, in alcuni live club storici della scena alternativa Londinese come ad esempio, il Dublin Castle, il Cross Kings, il Buffalo Bar, il The Commedy, e all’HALT AUF VERLANGEN, prestigioso festival di Engelberg (Zurigo).

Appuntamento da non perdere, dunque, VENERDì 4 MARZO, alle ore 22.30, c/o la Casa della Musica – LIVELLO UNDICIOTTAVI, Comune di Trepuzzi – S.S. 7 Ter Lecce/Campi Salentina – km 7.

Ingresso € 10,00

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

12 − due =