Grandissima serata venerdì 1 aprile, alle 22.30, all’Istanbul Cafè di Squinzano (Le), dove i Playontape presenteranno in anteprima “A Place to Hide”, primo lavoro in studio della band, registrato ai Laboratori Musicali di Surbo, prodotto da La Rivolta Records e promosso da SUM Project.

Durante la serata il pubblico riceverà in omaggio una copia digitale di “Let me feel It”, primo singolo tratto dall’album.
“A place to hide” è un album denso e intenso, che ondeggia tra New Wave e Post Punk, impreziosito dalle suggestioni sonore e vocali e dalla forte carica emozionale che sanno regalarci i Playontape.
La band è nata nel 2009, nell’estremo Sud-Est italiano. La costante attività live ne ha fatto un progetto apprezzato sin dagli inizi da pubblico e critica, e la vittoria alle selezioni provinciali di Lecce di Italia Wave Love Festival 2010, oltre ad essere simbolo dei riscontri positivi, ha fatto lievitare sempre di più l’interesse del mondo musicale verso la band.
Tra l’estate e l’autunno del 2010 i Playontape sono stati impegnati nella registrazione del loro primo disco in studio presso i Laboratori Musicali di Surbo (Le), e nella realizzazione del mastering ai Massive Art Studio di Milano, sotto la supervisione di Alberto Cutolo.
I Playontape sono Luca Attanasio (al secolo Alan Whickers, Voce and Synth), William Buscicchio (Bass and Programming), Giuseppe Muci (Guitar and Noise) e Paolo Del Vitto (Drums).

In apertura di serata The Metropolitans. Il gruppo nasce nell’ottobre del 2010 e si basa sulle sonorità tipiche della musica new wave-post punk.
Nonostante la band si sia formata di recente, i ‘padri’ del progetto viaggiano insieme nel contesto musicale da diversi anni.
Sono anche una delle due band che hanno vinto le selezioni di Italia Wave Love Festival 2011 nella provincia di Lecce, ora attesi per le finali regionali.
I Metroplitans sono: Marcello Marcelli (drums e voce), Stefano Greco (chitarra, voce e synth), Antonio Forte (chitarra e voce), Mario Livraghi (basso e synth).

Seguirà dj set di ALAN WICKERS.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × uno =